martedì 4 aprile 2017

TORTA AGLI ALBUMI CIOCCOFLUFFA SENZA BURRO

 


Volevamo stupirvi con effetti speciali .... ma come spesso accade le cose semplici sono spesso le più buone, così come questa torta leggera, semplice, cioccolatosa e con pochi grassi. La mia Orsetta golosa se l'è sbaffata sia a colazione che a merenda, quale miglior  giudice?
Anche qui partiamo con ingredienti che tutti abbiamo in casa, inoltre ottima ricetta per recilcare gli albumi, niente burro o latticini, potete sostituire lo zucchero bianco con quello di canna grezzo, verrà ancora più saporita! 
la sua sofficità vi sorprenderà perchè dura almeno tre giorni e , per gustarla al meglio, potete accompagnarla con una crema inglese oppure arricchirla con goccine di cioccolato ed anche pezzi di frutta o semplicemente cospargere la superficie con zucchero a velo.
Per accontentare Margherita ho voluto ricoprirla di glassa al cioccolato  all'acqua, rimane saporita e meno grassa di quella realizzata con la panna, che non disdegno affatto, ma non sempre si può eccedere :-D!
La teglia deve essere alta, io ho usato una da ciambella di circa 24 di diametro, ungetela bene ed infarinate prima di versare l'impasto. 
Cuocete nella parte bassa del forno, 30 minuti sono perfetti ma mai sottovalutare la prova stecchino che deve risultare asciutto!
Siete pronti? Allora pasticciamo assieme!

 teglia tipo ciambella da 24 diam.
INGREDIENTI:
  • 170 g di albumi (di  circa 5/6 uova )
  • 170 g di zucchero semolato
  • 100 g di olio di semi di mais
  • 175 g di farina tipo 00
  • 150 g di acqua
  • 30 g di cacao amaro
  • una bustina di lievito per dolci
PER LA GLASSA al cioccolato all'acqua :
  • 100 gr cioccolato fondente
  • 50 gr di acqua
  • 25 gr zucchero a velo 
PROCEDIMENTO:
In una ciotola capiente versate l'acqua , l'olio e lo zucchero  , mescolate bene  e fate sciogliere lo zucchero  

Versare la farina setacciata assieme al cacao ed alla bustina di lievoto per dolci, incorparate fino ad ottenre un impasto liscio.



Montate gli albumi a neve ben ferma aiutandovi con due gocce di limone ed un pizzico di sale, incorporateli all'impasto al cacao in modo molto delicato compiendo con il cucchiaio dei movimenti circolare dal basso verso l'alto per non smontare il composto.







Versate il tutto dentro alla teglia ben unta ( olio o burro)  ed infarinata.

Cuocete per 30 minuti a forno caldo a 175°, sempre valida la prova stecchino!

Sfornate e lasciate raffreddare prima di sformare la torta.

PER LA GLASSA AL CIOCCOLATO ALL'ACQUA:
Fate sciogliere il cioccolato a bagno maria o al micronde, a parte scaldate i 50 gr di acqua fino al bollore, togliete dal fuoco ed aggiungete lo zucchero a velo, avendo cura che si sciolga perfettamente.
Adesso con pazienza unite un cucchiaino alla volta l'acqua al cioccolato, mescolate e fate assorbire, all'inizio il composto di rapprenderà quasi a diventare duro, non vi spaventate continuate ad aggiungere un cucchiaino alla volta di acqua calda e piano piano si formerà la consistenza della glassa come in foto.



DOPO
DOPO
PRIMA








Adesso siete pronti per la colata di cioccolata ( fa pure rima).
Dopo aver sformato la vostra ciambella , versate la glassa sulla superficie in modo da far colare l'eccesso sulle pareti esterne, goloso vero?

Un bel bicchiere di latte freddo, magari di riso o di avena, per gli intolleranti ai latticini e buona merenda!!!
Io intanto mi lecco le dita sporche di cioccolato !






giovedì 5 gennaio 2017

CALZA CROSTATA DELLA BEFANA - IDEA FACILE , GOLOSA E DIVERTENTE!


Più che una ricetta è un'idea veloce per concludere le feste con un dolce spiritoso , facile tanto da poterlo far realizzare ai bimbi di casa che non solo adorano la cioccolata spalmabile , ma che si divertono a sceglere i confettini di cioccolato per decorarla ( anche se due su tre finiscono nelle loro piccole fauci golosastre! )
Sono un pochino in ritardo lo so ma sono certa che domani mattina ci sarà tutto il tempo per realizzare questa crostata speciale con ciò che avete in casa, se non avete la Nutella, la crema al cioccolato, potete sostituire con la vostra marmellata preferita.
Adoro la pastafrolla perchè ti permette di usare la fantasia senza doversi complicare troppo la vita.
Al posto degli smarties potete usare caramelle gommose colorate o ciò che i vostri piccoli troveranno nella lora calza di stoffa.
Insomma divertitevi e Buona Befana a tutti !
Jean preparami la scopa che tra poco si parte !!
ps. Potete anche realizzare la base e cuocerla in bianco, la nutella a questo punto la distribuite solo dopo la cottura.
A me piace la crema di nocciole cotta assieme a quella morbidosa quindi ho fatto entrambe le cose.

teglia 25x 35

INGREDIENTI:
  • 300 GR FARINA 00
  • 150 GR BURRO
  • 150 ZUCCHERO
  • 1 CUCCHIAINO DI LIEVITO PER DOLCI
  • 2 TUORLI
  • UN UOVO INTERO
  • UNA BUSTINA DI VANILLINA
  • 500 gr nocciolata (nutella o marmellata)
PROCEDIMENTO:

In una ciotola versate tutti gli ingredienti con l'accortezza di tagliare il burro a pezzettini.
Con la punta delle dita iniziate a miscelare il tutto fino ad ottenere delle grosse briciole , a questo punto  impastate  energicamente per pochi minuti, il calore delle mani farà in modo che il burro sciogliendosi compatti gli ingredienti in una pasta liscia ed omogenea.





 Fate riposare la pasta 10 minuti in frigorifero avvolta nella pellicola alimentare, nel frattempo disegnate sopra ad un foglio di carta da forno. ritagliato a misura per la vostra teglia,  la sagoma della vostra calza .

Creata la sagoma della vostra calza rifilatela con le forbici, appoggiatela sopra alla pastafrolla stesa dallo spessore di circa 1,5 cm e ealizzate la calza di pastafrolla aiutandovi con un coltello affilato tagliando intorno ai bordi del disegno.

 Una volta ottenuta la vostra calza di pastafrolla adagiatela nella teglia rivestita da carta da forno, distribuite la nutella  ( scaldatela al microonde per 15 secondi in modo che sia più fluida)  in modo uniforme su tutta la superficie.
Con parte della pasta avanzata create un cordoncino che servirà da bordatura da mettere  su tutto il profilo della torta.
Ricoprite la teglia di carta stagnola ed infornate a 180° forno statico per 25 minuti  ( la copertura servirà a non far asciugare la nutella durante la cottura).
Passati i minuti necessari, eliminate la copertura e continuate a cuocere per altri 10/15 minuti.





Dopo averla sfornata lasciatela raffreddare, trasferitela su un vassoio e ricopritela ancora con un leggero strato di nutella.
A questo punto potete decorarla con ciò che voletee, smarties, confetti colorati, codette di zucchero, caramelle gommose, spazio alla fantasia di grandi e piccini !!!
Ed ora viaaaaaaaaa che la notte dura poco ed ho ancora tante consegne da fare ....Befana a chi?????

lunedì 2 gennaio 2017

QUADROTTI DI RICOTTA E FARINA DI CASTAGNE - SENZA GLUTINE

Dopo una lunga pausa, non certo dalla cucina ma dal pc, eccomi qui per mostrare una ricettina semplice , veloce , golosa, senza glutine e profumata d'inverno!
Unica regola è non abusare perchè  la farina di castagne , nutriente, ricca di sali minerali e ferro, come sapete è molto calorica, ma anche tanto buona!
Spesso provo ricette che mi ispirano senza pregiudizi sulla fonte, in questo caso devo dire di essere sorpresa dall'ottimo risultato!
Per qquesto motivo se ne avete l'occasione vi consiglio di dare un'occhiata la mensile distribuito da Esselunga " Da Noi", dove ho scovato questa prelibatezza .

INGREDIENTI:
  • 200 GR FARINA DI CASTAGNE
  • 2,5 DL LATTE
  • 1/2 CUCCHIAINO DI LIEVITO PER DOLCI
  • 250 GR RICOTTA FRESCA
  • 2 UOVA
  • 100 GR ZUCCHERO
  • 30 GR AMIDO DI MAIS
  • 1 ARANCIA NON TRATTATA
  • 1 BICCHIERINO DI RHUM ( facoltativo)
  • 2 CUCCHIAI DI OLIO EVO
  • SALE qb
PROCEDIMENTO:
In una ciotola setacciate la farina di castagne assieme al lievito, unite 20 gr di zucchero , i due cucchiai di olio el il pizzico di sale.
Amalgamate il tutto con una forchetta oppure una frusta e diluite piano con il latte versato poco alla volta a filo fino ad ottenere un impasto motlo morbido e liscio.
Dopo aver foderato una teglia quadrata di circa 25 x 25 cm con della carta da forno inumidita e strizzata, versate il composto di castagna stendendolo in uno strato uniforme.

 


 

 Montate la ricotta con lo zucchero rimasto, aggiungete un uovo intero alla volta, unite la scorza di arancia grattugiata finemente, l'amido di mais setacciato ed eventualmente il rhum
Versate la crema di ricotta sopra al composto di castagna nella teglia , cercando di coprire tutta la superficie.
 

 
 


Cuocete il tutto in forno già caldo a 180°per circa 40 minuti.



Lasciatela raffreddare, sformatela e tagliatela a quadrotti, servitela con la parte scura rivolta verso l'alto decorando magari con qualche ricciolo di buccia di arancia.
Profumata , golosa, una vera coccola invernale!

sabato 29 ottobre 2016

FRUTTA SPAVENTOSA - HAPPY HALLOWEEN !

 

Per me migliore festa non c'è , adoro spettri, vampirelli, fanstasmini e le zucche decorate, i bambini si divertono tantissimo a creare dolcetti spaventosi,truccarsi da mostri e la tradizione di casa Grizzly vuole che per tutta la settimana si guardi dvd ispirati al tema di Halloween , si parte da "La sposa cadavere" a "Beetle Juice", "Casper", "Hotel Transilvania", "Coraline", P"aranorman", "Monster House", "Troll Box" ma il nostro preferito rimane Nightmare before Christmas che in realtà guardiamo tutto l'anno!
Decoriamoil portico e ci prepariamo a dolcetto o scherzetto, quest'anno la piccola Orsetta spero sia esente da bronchiti e influenze varie così potrà realizzare il suo desiderio di bussare alle porte di quartiere e fare la fatidica domanda "DOLCETTO O SCHERZETTO?" 
Nel frattempo vi propongo una merenda leggera prima della giornata delle caramelle ma sempre a tema "spaventoso" che farà divertire i piccoli di casa ed i loro amichetti.
Bastano pochi ingredienti per questa che non è prorpio una ricetta ma solo un'idea da realizzare assieme ai vostri bimbi:

4 PORZIONI
 
INGREDIENTI:
  • 5/6   BISCOTTI TIPO PAN DI STELLE
  • 2 BANANE
  • 4 CLEMENTINE
  • UN GAMBO DI SEDANO FESCO
  • QB CIOCCOLATO FONDENTE
PROCEDIMENTO: 

 
Preparate la finta terra pestando i biscotti in un sacchetto di plastica alimentare sbriciolandolo per bene.
Disponete le briciole su un piatto da portata senza schiacciarlo o pressarlo , deve dare l'idea di un terrisccio smosso .



Zucche:
Sbucciate le clementine, tagliate dei pezzettini di sedano ed infilateli nel centro del frutto  intero

 
Fantasmi :
Sbucciate anche le banane tagliatele a metà e dopo aver sciolto un pocino di cioccolato fondente potete creare gli occhi e la bocca  con una normale siringa da puntura senza ago ( se non avete la familiarità con la creazione di mini saccapoche di carta da forno).

 
Adesso potete assemblare disponendo come più vi piace la frutta mostruosa per una merenda sana e divertente!

Happy Halloween!!!
.
 


sabato 22 ottobre 2016

BACCALA' ALLA GHIOTTA



Baccalà, merluzzo, stoccafisso...molti vestiti per questo prezioso pesce azzurro, una volta piatto povero mentre oggi il costo non è così di poco conto.
Si definisce come "Baccalà" quando il pesce  ha subito un processo di salatura per la lunga conservazione, mentre lo stoccafisso si ottiene dall' essicazione  all'aria fredda del nord Europa, il merluzzo nordico  è il pesce che da origine a tutte e due le preparazioni.
Ma torniamo a questa ricetta. davvero di facile esecuzione , molto gustosa , per un secondo saporito in compagnia di un buon bicchiere di vino!
Ho assaggiato questo delizioso  piatto a casa dei miei cognati Massimo e Michela , di loro compleata invenzione, è stato un seuccessone , tant'è che ho voluto sapere ogni dettaglio per riprodurlo anche a casa e loro , generosamente, mi hanno accontentato.
Ed eccola qui la ricetta da conservare e ripetere all'infinito!

PER 4/6 PERSONE
INGREDIENTI:
  • 800 gr di BACCALA' già ammollato e dissalato
  • 100 gr di pan grattato
  • 200 gr di pomodorini tagliati a pezzetti
  • 4 cucchiai di olio evo 
  • un cucchiaio colmo di capperini sottoaceto
  • una bella manciata di olive taggiasche o verdi tagliate a pezzettini
  • sale qb
  • olio evo per condire
  1. Se acquistate il baccalà già ammollato ( ovvero che ha già subito dei bagni continui in acqua dolce corrente) basterà sciacquarlo un ultima volta, controllare eventuali lische residue e spinarlo aiutandovi con una pinzetta tastandone bene la polpa con le dita. 
  2. Se invece lo trovate ancora asciutto, dovrete tenerlo a bagno almeno per una notte , di seguito lasciarlo in una bacinella  sotto l'acqua corrente per un giorno,in total e due giorni di ammollo!
PROCEDIMENTO: 
Una volta reidratato, ammollato e dissalato, con una pinza spinate il pesce aiutandovi a trovare le lische tastando la polpa con i polpastrelli. 
Ricavate dei pezzi di pesce  di almeno 5 cm, o comunque belli "cicciotti" anche perchè poi alcuni si sfalderanno , asciugate bene con carta da cucina in modo da eliminare l'acqua in eccesso ed impanate con un leggero strato di farina.
In una padella antiaderente, abbastanza larga, versate 4 cucchiai  abbondanti di olio evo,  rosolatevi il baccalà per un paio di minuti circa.
 

In un'altra teglia antiaderente  tostate il pangrattato senza olio avendo cura di   rimestarlo continuamente  fino a completa doratura.

Una volta dorato  levatelo delicatamente dalla padella ed adagiatelo in una teglia o pirofila da forno che avrete ricoperto di un leggero strato di pan grattato..

Distribuite metà dei pomodorini  e metà dei capperi tritati sulla superficie della teglia di baccalà, salate leggermente e condite  con un filo di olio, ricoprite con metà il  pane grattato e tostato.
Ripete la stessa operazione fino al termine degli ingredienti.
concludete con un ultimo giro di olio evo.





 
Infornare a 180° per mezz'ora circa.
Servire tiepido accompagnato da un buon vino bianco strutturato come il donna Fugata oppure un vino rosso mandorlato come il nero d'Avola ....cin cin e buon appetito!