martedì 19 gennaio 2016

Challah - a modo mio


                              Con questa ricetta partecipo a Re- cake 2.0 #10
Ricetta spiegata nel Blog Re-Cake
Ebbene l'ho fatto!
Il mio primo Re-cake ed è stato uno sballo!
L'emozione di entrare in un gruppo fanstastico, l'idea di realizzare a modo mio ricette che magari non erano in programma o che non conoscevo affatto, confrontarmi con tanti appassionati/e della cucina che come me hanno "re-cakecato", leggere consigli spassionati e donarne a tua volta...io mi sono proprio divertita alla faccia di un mondo che ci vuole sempre supercompetitivi ed egocentristi, qui ci si diverte tutti insieme ed allo stesso tempo si ottengono delle belle soddisfazioni personali. Credo proprio che cadrò ancora in tentazione il prossimo mese, grazie Elena e la La Cucina di Nuccia per avermi fatto conoscere questa realtà, grazie alle amministratrici per aver realizzato questo "fun contest"!




Ma parliamo di questo dolce che proprio dolce non è , infatti si tratta di un pane della tradizione ebraica di solito a forma di treccia  "addolcito" da una glassa al miele e realizzato il venerdì sera per festeggiare lo Shabbat (sabato santo), meno soffice e un pochino più compatto di un pan brioches perchè non contiene burro, ma gustoso e goloso.
Nel contest viene proposto a forma di corona di rose, ognuno poi può personalizzare ed io ho scelto, causa di forza maggiore ( o mionore vista l'età della mia piccola dittatrice di 4 anni), di utilizzare una farcitura spalmabile a base di cioccolato fondente senza lattosio, il risultato è stato un bellissimo e buonissimo pane e cioccolato....altro che Banderas! Ma voi potete tranquillamente sostituirla con la classica crema di nocciole o marmellata o crema , nel gruppo ne ho viste di tutti i colori e sapori, anche salate quindi via libera alla fantasia. 
Inoltre , vista la farina manitoba ed integrale usata da me ed il lievito ridotto, ho allungato il tempo di lievitazione.
Meglio assaporarla a poche ore dall'uscita dal forno, come tutti i pani o le brioches. Io non ho resistito e mi sono mangiata due rose ancora tiepide...eh se mi gira quella rimasta  le scaldo pure al micronde!

Realizzazione dell'impasto è davvero semplice, le roselline magari necessitano di più attenzione ma davvero minima, io comunque terrò ben stretta questa ricetta perchè è da "re-fare" e "re-fare" ! 

 TEGLIA DA 24 DIAM
INGREDIENTI :
500 g di farina ( io 400 manitoba + 100 integrale)
10 g di sale
25 g zucchero semolato
9 g di lievito secco attivo ( io 5 gr)
1 uovo grande
40 ml di olio vegetale ( io di mais)
40 g miele
60 ml di acqua tiepida  che può variare a seconda della farina utilizzata ( io 120 ml)
2 cucchiai di miele diluito con 1 cucchiai di acqua bollente
Farcitura facoltativa ed aggiunta da me ( ma secondo me necessaria) 
16 cucchiaini di cioccolata spalmabile fondente o nocciolata
PROCEDIMENTO:
Setacciare le farine in una ciotola, aggiungere il sale e mescolare bene. Aggiungere il lievito e mescolare ancora fino a quando sarà completamente incorporato. Unire  lo zucchero, l'uovo, l'olio e il miele ed iniziare ad impastare.

Aggiungere gradualmente l'acqua fino a quando l'impasto risulterà morbido, (lavolarlo per 10 minuti).

Ungere una ciotola con un po' olio, formare una palla con l'impasto, ungere leggermente anche l'impasto, coprire con pellicola e lasciare lievitare fino al raddoppio, circa un'ora a un'ora e mezza ( nel mio caso  4 ore).
Rivestire una teglia con carta da forno e ungere i lati.
Mettere al centro della teglia un coppa pasta di 5 cm di diametro.
Dividere l'impasto in 2 parti uguali e stendere ogni parte fino a quando non si raggiunge uno spessore di mezzo cm (o anche meno) ( io 2 mm).
Con un coppa pasta ricavare 8 cerchi di 10 cm da ogni sfoglia così da avere in totale 16 dischi di pasta che potete farcire a vostro gusto, io ho spalmato un cucchiaino di crema al cioccolato fondente.
  1. Per fare le rose: utilizzare quattro cerchi, metterli in fila
  2. sovrapporli leggermente affinché ogni  cerchio si sovrapponga a quello sotto di esso.
  3. A partire dal cerchio in basso, iniziare ad arrotolare la distesa dei 4 dischetti fino ad ottenere un cilindro.


1

2-3

3
Usando un coltello affilato tagliare il rotolo a metà. Posizionare ogni pezzo lasciando circa 2-3 cm tra ogni rosellina, con il lato piatto verso il basso, nella teglia da 24 cm di diametro foderata di carta da forno, unta sui lati e con un coppapasta posizionato al centro di circa 5 cm ,
Ripetere i passaggi precedenti per fare abbastanza Rose per riempire la teglia ( io ne ho messe 8)

Coprire e lasciare lievitare per 30-40 minuti ( io 1 ora e 1/2)
 

Nel frattempo, scaldare il forno a 180 °C. Cuocere la challah in forno per 25 minuti fino alla doratura.

Durante la cottura, preparare la glassa: mescolare il miele con l'acqua bollente. Quando la challah è cotta spennellarla con la glassa di miele.

Lasciare la challah a raffreddare un po' e poi toglierla dalla teglia usando un coltello affilato.
Lasciare raffreddare completamente su una gratella.

È meglio mangiare la Challah lo stesso giorno in cui si fa, tuttavia, può essere preparata prima, avvolta nella pellicola e congelata per un mese.

Se non si amano i dolci troppo dolci , evitare la glassa di miele e spennellare la challah con un uovo diluito con un cucchiaio di acqua appena prima della cottura.



Vi è piaciuta? io dico di provarla, vi stupirà per bellezza e bontà!